Iseo

La cittadina di Iseo (da cui prende il nome il lago) si trova nell’insenatura sudorientale, dalle torbiere che si estendono con canneti sino al lago, oltre questi poi si trovano la collina preglaciale di Cremignane e le colline moreniche di Clusane, dopo di che sulla costa nordorientale si estende un tratto pianeggiante su cui si erge Iseo, lungo il quale poi si trovano le colline di Montecolino e Montecolo, sino a Pilzone dove si trovano le pendici del monte Punta dell’Orto. Il Cortelo, che è il corso d’acqua più conosciuto nelle zone, nasce sulle pendici meridionali del monte, punta poi verso il lago dove sfocia nella zona del lido dei Platani. Iseo ha 5 frazioni: Clusane, Cremignane, Covelo, Pilzone e la più piccola che si erge sul monte del paese che si chiama Bosine, proprio sulla strada che porta in Val Trompia.

Il comune d’Iseo fa parte della Comunità Montana del Sebino Bresciano. Le strade più importanti che passano in zona sono la SS 510 con il nuovo raccordo che la unisce alle due (SP71 e la SP 11), con quest’ultima si collega poi la SP 12 che porta a Clusane e Paratico; poi c’è anche la strada provinciale 48 che conduce in Val Trompia, passando per la piccola frazione di Bosine, ed anche per il comune di Polaveno. Nel comune di Iseo è presente anche una delle più importanti stazioni della rete ferroviaria (Brescia, Iseo, Edolo) che fa parte della società FNME di Milano.

 


Prima della creazione di questa ferrovia tutti i materiali passavano per il paese ma con il suo arrivo tutto andò in decadimento. All’inizio del XVII Sec. alla base dell’economia iseana c’era l’industria tessile, quando in località Casella, furono piantate le prime piante per la bachicultura. La prima filanda nacque infatti ad Iseo, che già nel 1750 aveva filanda e filatoi di seta. Nel 1768 vi furono poi tre telai di seta e 16 folli per i panni, 41 telai per il Lino e 5 tintorie. Fin dall’antichità, Iseo è un importante centro di navigazione con regolari linee e con il primo piroscafo a vapore queste vennero aperte nel 1834. Ad Iseo a tuttora sede l’ispettorato di porto con tre porti, due cantieri d’assistenza, il Club nautico derivato dalla Sezione del Rowing Club di Torino, ai quali ci sono da aggiungere altri due porti ed un cantiere d’assistenza posizionato a Clusane, uno ancora poi nel porto della frazione di Pilzone. Il turismo è alla base dell’economia del paese.

 

Le strutture ricettive e sportive sono dislocate sulla sponda del lago. I turisti hanno un afflusso continuo in ogni stagione, in special modo ad Iseo, dove nella piazza centrale, sono organizzati diversi mercati a scadenze fisse: il martedì mercato ridotto, il venerdì mercato grande, il mercatino dell’antiquariato (terza domenica di ogni mese), il mercato dell’artigianato (quarta domenica di ogni mese) e la tradizionale Fiera del Venerdì Santo. Inoltre nei centri storici vengono organizzate delle manifestazioni di supporto del turismo: mostre di pittura all’interno dell’Arsenale, mostre fotografiche presso l’ufficio turistico. Manifestazioni musicali: La Rosa D’Oro concorso canoro per bambini (si tiene in Maggio), concerti della banda cittadina, Iseo jazz, affiancate da parate folkloristiche come a carnevale (es. quello clusanense) ed oppure manifestazioni sportive come il Trofeo Sassabanek – C.O.N.I. presso il Lido di Sassabanek.